Viaggio verso la voce

Emanuela Torresi


Viaggio verso la voce

 

 

"Un vero viaggio di scoperta non è cercare nuove terre
ma avere un occhio nuovo"
Marcel Proust

Ritratto ottocentescoLa voce è il dono della natura e dell'evoluzione che ci permette di comunicare con gli altri e con noi stessi. Il motivo del viaggio è un archetipo universale che rispecchia il cammino dell'uomo alla scoperta delmondo e di sé e veicola un insieme complesso di esperienze ed emozioni. Chi decide di intraprendere il viaggio verso la voce è consapevole di essere come un esploratore alla ricerca ed alla conquista di una meta precisa. Affrontare questo viaggio significa accettare il rischio di incontri casuali e fortuiti, di imbattersi in pericoli inaspettati, difficoltà ed incognite che consentono però di mettersi alla prova, di maturare ed acquisire maggiore consapevolezza di sé e conoscenza del mondo. L'importanza di tale tema è dimostrato dalla sua presenza frequente in letteratura, da Omero con il personaggio di Ulisse, a Virgilio con Enea, Dante nella Divina Commedia, Orfeo nella discesa agli inferi, Joyce in Dubliners.


Immagine di un'imbarcazione in mareIntraprendere il viaggio alla ricerca della propria voce significa anche conoscere se stessi nell'identità di anima e corpo. La voce risulta infatti un punto di connessione privilegiato che mette in connubio due realtà che altrimenti spesso noi viviamo separate tra loro. Scoprire il segreto che si trova dietro ad ogni voce richiede dedizione e coraggio, voglia di mettersi in gioco, abilità di ascolto e capacità di saper aspettare. Spesso i principali nemici della voce siamo noi, utilizzandola male, chiedendole di imitare modelli sbagliati, non prestandole minimamente attenzione. Ecco perché per chi lavora con la voce e sulla voce, sia esso cantante o insegnante di canto, attore, medico o logopedista è fondamentale intraprendere e far intraprendere un percorso alla scoperta della propria voce, della propria identità vocale. Il miglior modo per raggiungerla è ascoltare le sensazioni che provengono dal nostro corpo.

 

La voce non può essere dominata e controllata, può essere aiutata e guidata, ma siamo noi a doverla comprendere ed a lasciarla fluttuare liberamente.

 

© 2011 Emanuela Torresi

Webmaster: Basili Luca
(e-mail: lizzo-@hotmail.it)